sabato 30 maggio 2015

Il 31 maggio c.m. vota Noi con Salvini ed esprimi la tua preferenza per N. Mendolicchio, la voce della Capitanata.


Il 31 maggio c.m. vota Noi con Salvini ed esprimi la tua preferenza per N. Mendolicchio, la voce della Capitanata.,

venerdì 29 maggio 2015

GRANDE PLEBISCITO A MATERA DEL MOVIMENTO NOI CON SALVINI

A Matera, in p.zza Vittorio Veneto, l'on. Barbara Saltamartini e l'on. Rocco Petrillo, segretario nazionale di Alleanza Meridionale Autonomista, hanno tenuto un comizio elettorale per Noi con Salvini. 
L'on. Barbara Saltamartini ha trattato i temi della sicurezza, emigrazione, occupazione e della raccolta differenziata carente in loco.
Di seguito l'on.Rocco Petrillo:"Da oltre un secolo la corruzione continua ad inquinare  le istituzioni centrali e locali.
Molte riforme urgenti (Welfare, Giustizia, Scuola, Sanità, Trasporti) non sono state attuate perché, secondo gran parte dei politici, le casse erariali sono vuote.
Sarebbe ora, pertanto, di processare (politicamente e moralmente) i responsabili di un deficit che ha superato i 2000 miliardi di euro.
Ciò premesso propongo, mediante messaggio motivato al Parlamento, le seguenti iniziative legislative:
1. Declassare e vendere le residenze presidenziali di Castelporziano (Roma), San Rossore (Pisa) e villa Rosebery(Napoli), con un prevedibile ricavo di 15 miliardi;
2.trasformare il Quirinale in museo nazionale visitabile con pagamento di ticket, con un prevedibile ricavo di qualche milione di euro all'anno;
3.ridurre il numero dei dipendenti del Quirinale (quasi duemila) e relativi stipendi e vitalizi;
4. abolire i vitalizi di tutti i politici, non soltanto dei condannati in via definitiva;
5.confiscare i beni mobili ed immobili dei clan malavitosi;
6.abolire il Senato e ridurre a cento il numero dei Deputati;
7.ridurre drasticamente le aliquote fiscali (imposte dirette ed indirette);
8.garantire un salario minimo ai disoccupati;
9.aumentare le pensioni minime e ridurre le pensioni d'oro;
10.conferire alla Rai il ruolo, ad oggi esercitato in malo modo, di servizio pubblico per garantire il pluralismo dell'informazione e sottrarla alle indebite ingerenze delle lobby x finanziano illecitamente le campagne di molti politici.
Le suddette istanze tradotte in leggi, gioverebbero enormemente al popolo italiano e darebbero, finalmente, vita all'Italia dei galantuomini.
foto di Barbara Saltamartini.

Comizio di chiusura a Foggia della lista "Noi Con Salvini"







Ieri sera si è tenuto il comizio di chiusura a Foggia della lista "Noi con Salvini".Alla presenza dell'onorevole Barbara Saltamartini e del candidato al consiglio regionale Nicola Mendolicchio.


L'on Barbara Saltamartini ha detto"
Ci danno degli estremisti solo perché diciamo che prima di tutti vengono gli italiani, i loro bisogni e le loro necessità. Ci vogliono condannare perché vogliamo, con tutte le forze, ridare ai nostri ragazzi un futuro degno di essere vissuto in questo Paese, senza dover essere obbligati a scappare dalle proprie regioni di nascita o addirittura dall'Italia. Vogliamo ridare ai nostri figli la speranza di un lavoro stabile. Vogliamo ridare alle famiglie italiane, schiacciate dalle tasse, dei sostegni e delle agevolazioni concrete. Vogliamo asili nido accessibili e servizi pubblici decenti. La sicurezza è un diritto, anche se ci hanno obbligati ad avere paura di girare nelle nostre città. È ora di riprenderci i diritti che ci spettano e dei quali il governo Renzi ci ha privato".

Il candidato Mendolicchio ha parlato del traditore Fitto e dei vari scandali succedutisi nella sanità pugliese,della spartizione e degli accordi tra Bari e Lecce ,tra Fitto e Vendola e del furto dei fondi europei ai danni di Foggia e Brindisi a favore di Vari e Lecce.
Nicola Mendolicchio ha parlato poi del ruolo della politica al servizio del territorio e della gente raccogliendogli applausi delle persone arrivate in piazza per ascoltarlo.



Intervento# Nicola Mendolicchio.

mercoledì 27 maggio 2015

Gli onorevoli Rocco Petrillo e Barbara Saltamartini a Matera per il sostegno ad Antonio Cappiello candidato sindaco di Matera della lista "Noi con Salvini".

Sono stati due giorni intensi, abbiamo stretto le mani a tanta gente e ascoltato i problemi..
ma la cosa più bella è stato vedere la disponibilità dei nostri onorevoli Rocco Petrillo e Barbara Saltamartini, persone laboriose e presenti..
questo gruppo cambierà l'Italia, e io sono fiero di essere un loro componente..
PER NOI GLI ITALIANI PRIMA DI TUTTO!!
Antonio Cappiello candidato sindaco di Matera

Emiliano parla dell'Aeroporto di Foggia,sa tanto di presa per il culo.


 "La campagna elettorale - ha affermato Emiliano - costa molto, dobbiamo dosare le energie, anche economiche. Se un candidato chiede troppi soldi ai suoi finanziatori è meno libero di agire. Ecco perchè apriremo a Foggia la Casa del Programma dove con l'ausilio dei partiti, delle associazioni, delle organizzazioni sindacali decideremo come spendere il budget destinato alla Capitanata. Saranno i foggiani - aggiunge Emiliano - a decidere la scala delle priorità. Vogliono l'aeroporto? Li accontenterò. E' evidente che se noi investiamo tutto sul rilancio del Gino Lisa, sarà difficile fare altro nell'arco dei cinque anni. I foggiani sono brava gente e io li rispetto. Quindi se riterranno che l'aeroporto è essenziale per questo territorio, verrà subito aperto con regolari voli di linea come a Bari e Brindisi. Sia chiaro, tutti insieme dobbiamo imparare a governare i territori, non parlando con il presidente della Regione come se fosse Babbo Natale presentandoli la letterina, ma amministrando bene le proprie risorse".

Un inquietante Monti in vece di stare in galera va in giro per i salotti televisivi

Un inquietante Monti in vece di stare in galera va in giro per i salotti televisivi,lui si inquieta quando sente parlare di Salvini e dei cinquestelle ed ha avito il coraggio di dichiarare che sulle cose importanti i cittadini non dovrebbero votare.
In passato MONTI SAREBBE STATO FUCILATO PER ALTO TRADIMENTO.Bisogna toglierli il titolo di senatore a vita per alto tradimento e indegnità

Il 28 Maggio chiusura della campagna elettorale a Foggia con il candidato Nicola Mendolicchio della lista Noi con Salvini P.Giordano ora 19





Domani, 28 maggio 2015 in via Lanza (p.zza U. Giordano), alle ore 19.00 ci sarà il comizio di chiusura campagna elettorale del movimento Noi con Salvini.
Interverra' l'onorevole Barbara Saltamartini.
Presenterà l'evento il candidato al consiglio regionale, di Noi con Salvini, Nicola Mendolicchio.
Presenzieranno il segretario nazionale di Alleanza Meridionale Federalista onorevole dott. Rocco Petrillo ed il coordinatore provinciale del movimento dott. Primiano Calvo.

A Foggia 28 maggio 2015 in via Lanza (p.zza U. Giordano), alle ore 19.00 ci sarà il comizio di chiusura campagna elettorale del movimento Noi con Salvini.

Domani, 28 maggio 2015 in via Lanza (p.zza U. Giordano), alle ore 19.00 ci sarà il comizio di chiusura campagna elettorale del movimento Noi con Salvini.
Interverra' l'onorevole Barbara Saltamartini.
Presenterà l'evento il candidato al consiglio regionale, di Noi con Salvini, Nicola Mendolicchio.
Presenzieranno il segretario nazionale di Alleanza Meridionale Federalista onorevole dott. Rocco Petrillo ed il coordinatore provinciale del movimento dott. Primiano Calvo.

martedì 26 maggio 2015

A Foggia promettono posti di lavoro prima delle elezioni.


Promettere posti di lavoro per il nuovo centro commerciale dell'Incoronata e' vergognoso. Chi sta mettendo in atto questa ennesima presa in giro confidando sulla disperazione della povera gente deve essere denunciato!

Qualcuno di voi ha avuto queste promesse?
fonte Libera Italia

EMILIANO:"SALVINI UN PIRLA".

EMILIANO:《 SALVINI UN PIRLA》
Michele Emiliano senza mezzi termini apostrofa come "pirla" Matteo Salvini:
《È uno che ogni tanto viene a prendere
le uova fresche in Puglia, e gli va sempre bene.
Poi però le rompe pure, perché è un po' pirla,》dice.
Le esternazioni di Emiliano, che dichiarò alcuni mesi fa:"se mi dovessi candidare alla Presidenza della regione Puglia, siete autorizzati a sputarmi in un occhio", lasciano il tempo che trovano; mentre quelle su Matteo Salvini le lascio al vostro giudizio.
fonte Silvano Contini


Intervista a Nicola Mendolicchio,candidato nella lista "Noi con Salvini" alle elezioni regionali pugliesi



Intervista a Nicola Mendolicchio.



D) Caro Nicola parlami di te come ti descriveresti come persona?

R)Sono nato a foggia nel 56 e continuo a viverci sono una persona normalissima con famiglia amo la mia terra e le sue tradizioni sono un meridionalista convinto e le mie battaglie hanno sempre visto la mia terra al centro .

D)Come mai la scelta di candidarti per le elezioni regionali nella lista "Noi con Salvini"?

R)Provengo da una militanza politica nella destra non ho mai cambiato opinione nè idea
trovo che con salvini c è una comunanza di idee 
.
D E dei politici foggiani cosa ne pensi? Quali interessi hanno portato avanti in questi anni?

R)Credo che la nostra classe politica non abbia veramente a cuore le sorti della nostra gente non c è passione ma solo calcolo e carrierismo propio per questo sono proni al governatore di turno da fitto a Vendola basti pensare alla gestione dei fondi europei dirottati per anni nel leccese e barese.
D) E della scampagnata a Roma per l'authority?

Scontiamo un deficit di rappresentanza, i nostri politici per incapacità e servilismo ci hanno venduti non sono degni di rappresentarci, come ci hanno venduti ai baresi per l'aeroporto per l'alta velocità e tanto altro

D)Si può essere paese senza sovranità monetaria?
R) No, la comunità economica europea nacque come opportunità di sviluppo e crescita,negli ultimi anni con l'entrata dell'euro abbiamo assistito esattamente al contrario caduta del pil mancanza di sviluppo e causato dalla mancanza di lavoro la disgregazione dello stato sociale. Per cui la risposta e NO
D)Come si difende la Daunia in Regione?

R)Battendo i pugni sui tavoli e coivolgendo le nostre popolazioni, Mai proni, ma sulle barricate a difendere tutti assieme gli interessi della nostra terra.
D) E' possibile riuscire a rappresentare realmente il bene
comune?
R)La politica è passione, la politica è missione, la politica è e deve essere servizio, non carriera, la politica è fare gli interessi dei cittadini, del proprio popolo, non i propri.

D) Perchè Fitto è traditore?

R)Fitto è un traditore perche durante il suo mandato da presidente della regione ha tradito il mandato degli elettori foggiani e brindisini, che dovevano essere i maggiori fruitori dei fondi europei,inpiegandoli in gran parte nel suo bacino elettorale maggiore.
Ha letteralmente distrutto un associazione cristiana di artigiani tradendo gli stessi principi per cui era entrato in politica leggasi DEMOCRAZIA CRISTIANA
Ha tradito FORZA ITALIA nel momento in cui ha deciso di appoggiare Schittulli consegnando di fatto la Puglia ad Emiliano

Elezioni regionali pugliesi. Il 31 maggio vota il cambiamento, scrivi Mendolicchio.



Il 31 maggio vota il cambiamento, scrivi Mendolicchio.

lunedì 25 maggio 2015

E in Puglia tutti a votare Nicola Mendolicchio della lista "Noi con Salvini"






In Puglia si respira aria di cambiamento,tutti pronti a votare Nicola Mendolicchio,per far perdere Emiliano e per rilanciare Foggia.La politica al servizio dei cittadini e non delle segreterie dei partiti.

E dopo Letta anche la Bonino riprende a parlare.Ma i poteri forti stanno in crisi ? Non ci sono più servi?


“Le persone vengono via dalla dittatura eritrea, dalla Somalia, dalla Siria. E’ illusorio pensare che li blocchiamo lì, buttiamo la chiave e ce ne andiamo”. Lo ha detto l’ex commissaria Ue Emma Bonino ai microfoni di RaiNews24.
“E’ un problema strutturale – ha aggiunto è meglio che la smettiamo con questa isteria e proviamo a capire che la zona sud del Mediterraneo è in fiamme”.

Alfano invece di dimettersi attacca Salvini



“Nessun grande Paese affiderebbe a uno come Salvini il proprio destino”. Così il leader Ndc Alfano, replica al leader della Lega che ha affermato di voler soctuire un centrodestra senza di lui.
“Immaginare che un grande Paese come l’ Italia possa affidare il successo contro Renzi a un estremista come Salvini” dice, “è veramente fuori dal mondo”.”Io sono convinto che i voti che prenderà al Sud li utilizzerà per difendere le regioni del Nord.”Come si può immaginare che il Sud accetti di prendere lezioni da Salvini” che prima insultava

Sanità: per il Pd è meglio risparmiare sulle donne incinte che sui clandestini

salvini1 (1).jpg
Gli esami diagnostici inutili legati alla medicina difensiva (una volta si chiamava preventiva, ma è passato di moda) costano all’Italia 13 miliardi di euro l’anno. Lo ha affermato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, secondo cui il ministero sta lavorando a “protocolli stringenti per le direzioni generali che evitino gli sprechi, a partire dagli esamiche si fanno durante la gravidanza“.
Questa notizia non ha turbato i falsi difensori dei diritti delle donne che si sono invece rivoltati contro Salvini – “Matteo Salvini ha spesso superato il limite della decenza, ma oggi ha di nuovo toccato il fondo chiedendo che siano vietate le cure mediche ai migranti clandestini. Quando la politica ricerca il consenso sulla pelle degli esseri umani allora è il segno che si sta rischiando la barbarie nella nostra società”.
(Perchè, le donne incinte non sono esseri umani?)
Così Emanuele Fiano, della segreteria Nazionale del Pd, replica al messaggio su twitter del leader della Lega.”Per noi vale il principio che ‘chi salva una sola vita umana salva l’universo’ (motivo per cui sostengono l’aborto): per questo coloro che, per un solo voto, lascerebbero senza cure altre persone ci troveranno sempre sulla loro strada ad impedirglielo”, conclude Fiano.
Salvini – “I Clandestini hanno ‘diritto’ a cure gratis: Lombardia ha speso 100 mln e Stato le rimborsa zero. Io sospenderei cure a clandestini!”. Il leader del Carroccio annuncia la visita in programma lunedì al Cara di Mineo, in Sicilia. “Centro per Immigrati di Mineo, in Sicilia – aggiunge su Facebook – 4.000 ‘ospiti’ al giorno, 250 dipendenti: un business da 150.000 euro al giorno, più di 4 milioni al mese, 50 milioni all’anno. Gestito da Cooperative di vario colore, e da politici dell’Ncd. Ci sono già 11 indagati per irregolarità negli appalti. Sono stufo di questa vergogna: lunedì sarò a Mineo, per denunciare chi specula sugli immigrati e se ne frega degli italiani!”.

fonte Libera Italia

sabato 23 maggio 2015

Far decadere da senatore a vita Mario Monti

Bisogna far decadere da senatore a vita Mario Monti,non è possibile che un traditore della patria stia sui banchi del senato .Dopo aver ucciso e portato alla fame milioni di italiani deve essere pure mantenuto da noi a vita.E' una beffa ed un crimine che va corretto.
Nicola Mendolicchio

Regionali pugliesi i candidati del Pd di Emiliano pagano i rappresentanti di lista che procacciano i voti.

Bravo Emiliano tu e il Pd siete dei modelli da imitare,complimenti , da quale cilindro esce un partito come il vostro? uno peggio dell'altro, povera Puglia e povera Italia.
Mi raccomando non votate più questi cialtroni che hanno rovinato il paese.
Nicola Mendolicchio



La procura di Bari ha aperto un'indagine sulla presunta remunerazione dei rappresentanti di lista. Questa mattina gli investigatori della Digos hanno depositato il video di TgNorba nel quale il collaboratore di un comitato elettorale della candidata Anita Maurodinoia (in corsa con Michele Emiliano) illustra il sistema. Esisterebbe un vero e proprio tariffario per retribuire rappresentanti di lista e procacciatori di preferenze per le prossime elezioni regionali.

Il meccanismo sarebbe molto semplice. I comitati elettorali reclutano i rappresentanti di lista. Ai quali non va soltanto il compito di controllare durante lo spoglio delle schede la regolarità dell'assegnazione delle preferenze, ma anche e soprattutto quello di reclutare voti. E sarebbe proprio il risultato elettorale in ogni sezione a fare fede: il rappresentante di lista viene pagato in base al numero di voti che il candidato di riferimento ha preso nella sezione al quale è stato assegnato .

La somma che viene pagata è variabile: "Trenta, quaranta, cinquanta euro",  dice il collaboratore del comitato elettorale di Anita Maurodinoia. E l'incarico di rappresentante di lista è molto ambito, considerando il numero di persone che ogni giorno si propongono nei comitati, provando anche a lavorare per più candidati. La Digos ha acquisito il servizio e anche l'articolo di Repubblica nel quale veniva raccontato l'exploit della Maurodinoia grazie anche all'impegno del marito e "a un esercito di rappresentanti di lista". Gli agenti hanno redatto una prima informativa, trasmessa alla Procura. Che ha subito aperto un'inchiesta.

E intanto Maurodinoia denuncia per diffamazione l'uomo intervistato da Telenorba. Denuncia depositata in mattinata dall'avvocato Vito Perrelli: "Il soggetto intervistato dal giornalista, dallo stesso qualificato come custode e/o addetto al reclutamento - ha spiegato - non ha alcun tipo di rapporto, men che meno fiduciario, incarico formale e/o mandato né con il sottoscritto né con il proprio mandante". E ancora: "Le diffamatorie dichiarazioni rese, manifestatamente influenzate dal tenore delle domande poste dal giornalista, assolutamente suggestive, nocive e già contenenti le risposte, sono assolutamente prive di fondamento per non aver mai e con nessuno, il sottoscritto e/o la candidata Maurodinoia, stipulato accordi per la presunta compavendita di voti".

Sulla vicenda, infine, interviene anche il candidato alle Regionali per il centrosinistra, Michele Emiliano: "I rappresentanti di lista del Pd vengono individuati esclusivamente dalla segreteria provinciale del partito, tra i suoi militanti e senza alcun rimborso spese, e non dai singoli candidati al consiglio. L'uomo intervistato non è riconducibile al Pd e non ha alcun ruolo nella selezione dei rappresentanti di lista del nostro partito".

fonte http://bari.repubblica.it/cronaca/2015/05/21/news/regionali_puglia_i_candidati_pagano_rappresentanti_di_lista_che_procacciano_voti-114867869/
tratto da Nicola Mendolicchio 


venerdì 22 maggio 2015

Marò:Emiliano perchè non ci racconti come stanno le cose? di Nicola Mendolicchio

Che fine hanno fatto i due marò Emiliano?che fine ha fatto il tuo esposto? E il reato di rimandarli in India? O non puoi più parlarne visto che il tuo amico Presidente del Consiglio non vuole che si parli?
Nicola Mendolicchio.


Emiliano " Il giorno che li hanno fatti rientrare in India Emiliano stavo andando da Girone e ho ricevuto una telefonata del Presidente del Consiglio Mario Monti, mi ha chiamato pregandomi di non interferire sulla volontà del sergente Girone”. “Non ho minimamente interferito perchè il presidente del Consiglio mi ha dato questo indirizzo e io l’ho rispettato. Ovviamente – ha aggiunto – ho detto al presidente del Consiglio che mi auguravo che come il sindaco e i familiari non avrebbero interferito sulla volontà di Girone in una direzione, nessuno avesse fatto la stessa operazione al contrario”. ”Perchè – ha concluso – laddove fosse stata fatta questa operazione, si trattava di una attività secondo me suscettibile di una valutazione penale”. E subito dopo Emiliano vuole vederci chiaro,vuole capire che cosa è successo ,e chi e con quali mezzi ha convinto La Torre e Girone a tornare in India e chiede che la Procura di Roma e la procura militare indaghino: ”Ho informato il procuratore militare De Palma – ha detto – del fatto che Salvatore Girone è partito per Roma con la ferma volontà di non ripartire per l’India ed è tornato invece, chissà per quale ragione, convinto di dovere partire ad ogni costo. Ci tengo che questa cosa sia accertata – ha aggiunto – e la mia e’ una vera e propria denuncia, perchè se Salvatore ha deciso di sua spontanea volontà va tutto bene, ma se qualcuno avesse anche semplicemente prefigurato un danno per lui e/o per la sua famiglia o per la sua carriera per indurlo a partire, ci troveremmo di fronte a una situazione suscettibile di valutazione penale”.

giovedì 21 maggio 2015

Fitto è un traditore. Intervista a Nicola Mendolicchio.



Intervista a Nicola Mendolicchio.
di Nicola Dimartino.


D) Caro Nicola parlami di te come ti descriveresti come persona?

R)Sono nato a foggia nel 56 e continuo a viverci sono una persona normalissima con famiglia amo la mia terra e le sue tradizioni sono un meridionalista convinto e le mie battaglie hanno sempre visto la mia terra al centro .

D)Come mai la scelta di candidarti per le elezioni regionali nella lista "Noi con Salvini"?

R)Provengo da una militanza politica nella destra non ho mai cambiato opinione nè idea
trovo che con salvini c è una comunanza di idee 
.
D E dei politici foggiani cosa ne pensi? Quali interessi hanno portato avanti in questi anni?

R)Credo che la nostra classe politica non abbia veramente a cuore le sorti della nostra gente non c è passione ma solo calcolo e carrierismo propio per questo sono proni al governatore di turno da fitto a Vendola basti pensare alla gestione dei fondi europei dirottati per anni nel leccese e barese.
D) E della scampagnata a Roma per l'authority?

Scontiamo un deficit di rappresentanza, i nostri politici per incapacità e servilismo ci hanno venduti non sono degni di rappresentarci, come ci hanno venduti ai baresi per l'aeroporto per l'alta velocità e tanto altro

D)Si può essere paese senza sovranità monetaria?
R) No, la comunità economica europea nacque come opportunità di sviluppo e crescita,negli ultimi anni con l'entrata dell'euro abbiamo assistito esattamente al contrario caduta del pil mancanza di sviluppo e causato dalla mancanza di lavoro la disgregazione dello stato sociale. Per cui la risposta e NO
D)Come si difende la Daunia in Regione?

R)Battendo i pugni sui tavoli e coivolgendo le nostre popolazioni, Mai proni, ma sulle barricate a difendere tutti assieme gli interessi della nostra terra.
D) E' possibile riuscire a rappresentare realmente il bene
comune?
R)La politica è passione, la politica è missione, la politica è e deve essere servizio, non carriera, la politica è fare gli interessi dei cittadini, del proprio popolo, non i propri.

D) Perchè Fitto è traditore?

R)Fitto è un traditore perche durante il suo mandato da presidente della regione ha tradito il mandato degli elettori foggiani e brindisini, che dovevano essere i maggiori fruitori dei fondi europei,inpiegandoli in gran parte nel suo bacino elettorale maggiore.
Ha letteralmente distrutto un associazione cristiana di artigiani tradendo gli stessi principi per cui era entrato in politica leggasi DEMOCRAZIA CRISTIANA
Ha tradito FORZA ITALIA nel momento in cui ha deciso di appoggiare Schittulli consegnando di fatto la Puglia ad Emiliano

martedì 19 maggio 2015

FITTO storia di un traditore

Risultati immagini per fitto e berlusconi

25 febbraio 2005, l'allora governatore della puglia Raffaele Fitto,promulga una legge regionale pubblicata sul BURP n 33 del 1 marzo 2005,sulle norme per la costituzione e il funzionamento delle commissioni provinciali e regionale per l'artigianato e l'istituzione dell'albo provinciale delle imprese artigiane.
Detta legge di fatto azzera A.C.A.I l'acai ASSOCIAZIONE CRISTIANA ARTIGIANI ITALIANI,
di fatto escludendo detta organizzazione dalle commissioni provinciali e regionale per l'artigianato,costringendo circa 60000 SESSANTAMILA imprese cristiane ad emigrare in altre organizzazioni di categoria o a chiudere
con quest'azione ha di fatto perso  il probabile appoggio alle imminenti elezioni consegnando a VENDOLA la Puglia per 10 anni.
A distanza di 10 anni spaccando di fatto il CENTRODESTRA e FORZA ITALIA in Puglia consegnerà la regione ad Emiliano.
SE COME ARTIGIANO NON ERI PRESENTE ALL'INTERNO DI ORGANIZZAZIONI RAPPRESENTATE NEL C.N.E.L,(ORGANISMO ORA DICHIARATO ENTE INUTILE)
NON POTEVI ACCEDERE NE ALL'ARTIGIANCASSA NE A FONDI EUROPEI NE A SGRAVI CONTRIBUTIVI

sabato 16 maggio 2015

Rocco Petrillo il pioniere della lega a Sud


Rocco Petrillo è nato a Miglionico (Mt)il 25 /5/1937. Ha portato il verbo della lega a sud nel 1989,nominato coordinatore in provincia di Foggia e successivamente nel 1996 coordinatore regionale per la Puglia e commissario per la regione Calabria,dove portava al successo la lega alle regionali e alle amministrative,prodigandosi anche in Basilicata. Nel 1997 su sollecitazione di vari esponenti della lega fondava il partito “Alleanza meridionale e autonomista” che comprendeva Abruzzo,Campania, Molise, Puglia ,Basilicata,Calabria e Sicilia. Nel primo congresso tenutosi a Foggia nel giugno1997veniva eletto segretario nazionale. Tale carica viene avallata nel 2014 con la nascita del movimento”Noi con Salvini”. Nel 2002 viene eletto al parlamento mondiale per la sicurezza e per la pace. Fa parte della commissione giustizia del suddetto parlamento e assessore alla presidenza del predetto parlamento. Accademico dal 2002 della tiberina.



mercoledì 13 maggio 2015

"Matteo, Matteo" il coro dei sostenitori di Salvini a Foggia

Matteo Salvini con il grande Nicola Mendolicchio candidato alle elezioni regionali pugliesi nella lista "Noi con Salvini"



Salvini: "Foggia ai foggiani"


La visita del leader della Lega nel capoluogo dauno



Matteo Salvini a Foggia.


Matteo Salvini risponde alla chiamata di Foggia. Ma non mancano le contestazioni.

Matteo Salvini è giunto a Foggia puntuale all'appuntamento delle 11,30, ad accoglierlo un centinaio di sostenitori arrivati da tutta la provincia. Lo slogan del coordinamento provinciale di "Noi con Salvini", era stato "Foggia chiama, Salvini risponde", tema dell'incontro emergenza sicurezza.
L'incontro si è svolto presso il Cinema Cicolella a Foggia presenziato dalle forze dell'ordine in tenuta antisommossa per preannunciati cortei contrari all'arrivo di Salvini.
Salvini dopo gli applausi dei suoi sostenitori, riceve anche gli insulti e le provocazioni di quanti hanno contestato la sua presenza al sud. All'esterno una cinquantina di giovani dei centri sociali che hanno contestato Salvini con una protesta che sembrava dovesse essere una normale protesta, ma invece, quasi al termine dell'incontro del leader leghista, si è sviluppata con uno scontro con le forze dell'ordine, che hanno risposto al lancio di uova, lacrimogeni e bottiglie.

(le immagini rappresentano l'attesa, l'incontro con i sostenitori e i primi momenti della contestazione)
fonte http://www.studio9tv.com/5549-matteo-salvini-risponde-alla-chiamata-di-foggia--ma-non-mancano-le-contestazioni--